• HOME
  • LO STUDIO
  • AREE DI ATTIVITA'
  • NEWS
  • NOTE LEGALI
  • Visualizza il profilo di Luigi Nisticò su LinkedIn
    Data: 19/12/2012
    Titolo: Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 44/E del 26 novembre 2012 in materia di IVA per cassa.

    Con la Circolare n. 44/E del 26 novembre 2012, l’Agenzia delle Entrate ha fornito vari chiarimenti in materia di IVA per cassa.

    Come si ricorderà, l’art. 32 bis del D.L. n. 83 del 22 giugno 2012 recante Misure urgenti per la crescita del Paese, convertito, con modificazioni, dalla Legge 7 agosto 2012, n. 134, dispone che per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate da soggetti passivi con volume d'affari non superiore a 2 milioni di euro, nei confronti di cessionari o di committenti che agiscono nell'esercizio di impresa, arte o professione, l'imposta sul valore aggiunto divenga esigibile al momento del pagamento dei relativi corrispettivi. 
     

    Tale normativa che, in pratica, consente di non versare l’IVA al momento dell’emissione della fattura bensì all’atto dell’incasso, è applicabile previo esercizio, da parte del contribuente, della relativa opzione, da esercitare secondo le modalità stabilite dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n° 165764 del 21 novembre 2012.
     

    La disciplina attuativa è stata dettata dal Ministro dell’Economia e delle Finanze con Decreto dell’11 ottobre 2012.